MAIL : info@isambiente.it

TEL: +39 0577 221324
Richiedi un preventivo​

RIMOZIONE E BONIFICA AMIANTO

INTERVENTI SPECIFICI PER OGNI TIPO DI SITUAZIONE

bonifica amianto

Per garantire la perfetta esecuzione di un intervento di rimozione e bonifica di coperture o manufatti in cemento amianto, sono due gli step che riteniamo di assoluta importanza:


SOPRALLUOGO

Il sopralluogo, completamente gratuito, permette di individuare il tipo di intervento necessario e le modalità di esecuzione, in maniera tale che le necessità della Committenza coincidano con il pieno rispetto della normativa vigente sulla sicurezza sul lavoro
Nel caso di intervento di rimozione di coperture, deve essere sempre privilegiata, ove possibile, la rimozione dal basso, utilizzando attrezzature come ponte mobile su ruote o piattaforma aerea. La rimozione dal basso infatti riduce al minimo il rischio di caduta degli operatori.
Qualora non sia possibile intervenire dal basso (per esempio nel caso in cui sia presente una attività in corso all'interno del capannone), lo smontaggio dovrà avvenire necessariamente dall'alto. In questo caso è assolutamente fondamentale individuare le procedure di sicurezza necessarie per eseguire l'intervento, utilizzando i dispositivi di sicurezza più idonei per effettuare i lavori in condizioni di completa trattenuta: linee vita temporanee e punti di ancoraggio, parapetti perimetrali, etc.

PIANO DI LAVORO E NOTIFICA

L'azienda incaricata della rimozione deve obbligatoriamente predisporre e consegnare alla ASL di competenza un Piano di Lavoro che contenga una dettagliata descrizione delle procedure di intervento, con cronoprogramma dei lavori. Tale documento deve essere consegnato al Dipartimentio di prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro della ASL territoriale. L'inizio dei lavori può avvenire dopo 30 giorni dalla data di consegna del Piano di Lavoro.
Riteniamo questo documento di importanza fondamentale e per tale motivo i nostri piani di lavoro sono curati fino ai minimi dettagli: in questo modo gli Organi di Vigilanza hanno a disposizione tutto quello che serve per valutare la serietà dell’Azienda, ed allo stesso tempo gli il personale che eseguirà il lavoro può controllare tutte le operazioni necessarie per operare in completa sicurezza.
Nel caso in cui il materiale da rimuovere sia già posto a terra (es. serbatoi isolati dall'impianto idrico nelle soffitte, lastre in cemento amianto precedentemente smontate dal proprietario, etc.) il Piano di Lavoro non si rende più necessario, ma è sostituito da una semplice notifica: in questo caso i lavori possono essere effettuati dopo sole 48 ora dall'invio del documento.

Il lavoro di rimozione e smaltimento delle coperture o dei manufatti in cemento amianto è suddiviso in 3 fasi principali:

PRIMA OPERAZIONE: INCAPSULAMENTO

L'incapsulamento è il primo vero intervento su materiali in cemento amianto. Si tratta di una applicazione di apposito prodotto fortemente penetrante ed aggrappante che evita la dispersione delle fibre nell'ambiente durante le procedure di rimozione. L'incapsulante deve essere colorato per garantire agli operatori una completa applicazione su tutto il materiale da rimuovere. L'applicazione avviene con ausilio di apposite pompe airless

SECONDA OPERAZIONE: SMONTAGGIO

Al termine della fase di incapsulamento il materiale in cemento amianto può essere rimosso dal personale operativo.

RIMOZIONE DI LASTRE DI COPERTURA

Rimozione dal basso: questa procedura è da prediligere per il ridotto rischio di caduta dall'alto. l'accesso alla copertura avviene con ausilio di scale, ponte mobile o piattaforma aerea a seconda dell'altezza da terra.

Rimozione dall'alto: si utilizza nei casi in cui lo smontaggio dal basso sia impossibile, per la presenza di attività all'interno della struttura o quando le lastre in cemento amianto siano appoggiate su struttura in muratura.

In questo caso le procedure di smontaggio saranno effettuate o con autocarrata con cestello o previo montaggio di sistema anticaduta.

RIMOZIONE DI MATERIALE VOLUMINOSO

Trattasi nella maggior parte dei casi di serbatoi, tubazioni e canne fumarie, o di pavimenti in vinilamianto. L'intervento deve essere accurato, cercando ove possibile di rimuovere i vari manufatti integri.

Si verificano però delle situazioni in cui è assolutamente necessario dover rompere i manufatti, come nel caso di di serbatoi in cemento amianto molto grandi, poisizionati all’interno di sottotetti con botola di accesso troppo piccola. In tal caso la procedura è più complessa, poichè dopo l'incapsulamento il serbatoio deve essere avvolto con nylon e nastro sigillante; successivamente si procede alla riduzione volumetrica (i frammenti rimangono all'interno del nylon) e ad un secondo incapsulamento dei frammenti. Una volta completato l'incapsulamento, l'apertura del nylon permette la raccolta dei frammenti che saranno pre-insaccati e trasportati fuori dalla soffitta per essere confezionati nei sacchi BIG-BAG

TERZA OPERAZIONE: CONFEZIONAMENTO TRASPORTO E SMALTIMENTO

Il materiale rimosso sarà confezionato all'interno di sacchi BIGBAG etichettati come da normativa (con "R" di rifiuti e "A" di amianto) o utilizzando nylon trasparente sigillato. I colli sono successivamente caricati su automezzi autorizzati al trasporto di materiale in cemento amianto (Codice C.E.R. 170605), ed il conferimento avviene in siti di stoccaggio temporanei o, nel cao di grosse quantità, in discariche definitive.

 

Prima e dopola bonifica

bonifica coperture in amianto
bonifica coperture in amianto
ISAMBIENTE | 18, Strada Di Busseto - 53100 Siena (SI) - Italia | P.I. 01313000521 | Tel. +39 0577 221324   - Cell. +39 335 267045 | Fax. +39 0577 0945164 | info@isambiente.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite